farmaco che cura danni dei nervi neuropatia periferica

La neuropatia periferica potrebbe essere curata da una classe di farmaci approvata dalla FDA

La maggior parte dei trattamenti per la neuropatia periferica, cioè un danneggiamento ad alcuni nervi che solitamente causa intorpidimento e dolore nelle dita, nelle braccia e nelle gambe, si focalizzano principalmente sulla gestione del dolore.

Non esiste una vera cura.

La scoperta di una possibile cura per il danneggiamento dei nervi

Ma una squadra sembra aver trovato un nuovo approccio che potrebbe curare la malattia, questi medicinali sono inoltre già usati per altre condizioni.

Curare la patologia che provoca la neuropatia – come il diabete – è sicuramente molto importante per alleviare i sintomi, ma ancora non esiste un trattamento che possa risanare la degenerazione del nervo.

Gli studi che hanno portato alla scoperta

Mentre studiavano i meccanismi della crescita e della ricrescita dei neuroni, gli scienziati di UC San Diego e dell’Università di Manitoba, affiancati dai colleghi del St. Boniface Hospital e del National Institute of Diabetes and Digestive and Kidney Diseases, hanno identificato una via che blocca l’espansione dei neuriti, che collegano i neuroni ad altri neuroni.

I recettori muscarinici

L’attivazione dei recettori muscarinici dell’acetilcolina inibisce la crescita dei neuroni sensoriali. Il team ha scoperto che bloccare questa via può effettivamente curare la neuropatia periferica nei modelli di topi del diabete di tipo 1 e 2, HIV e neuropatia indotta da chemioterapia. I loro risultati sono stati pubblicati nel Journal of Clinical Investigation.

I farmaci antimuscarinici sono già in commercio

La parte migliore? Alcuni farmaci antimuscarinici, quali atropina e pirenzepina, sono già approvati e sul mercato per altre partologie, che vanno dall’incontinenza alle ulcere peptiche.

Questo potrebbe portare ad un percorso più veloce per l’approvazione del suo utilizzo anche nella neuropatia periferica.

Paul Fernyhough dell’Università di Manitoba e del St. Boniface Hospital, Nigel Calcutt di UC San Diego e Lakshmi Kotra dell’Università di Toronto hanno co-fondato la società WinSanTor per continuare a lavorare su questa terapia.

L’azienda biotech ha ottenuto licenza esclusiva del metodo da parte dei ricercatori e presentato una versione riformulata di un farmaco già approvato, soprannominato WST-057. Il farmaco ha impedito e curato il danneggiamento della fibra nervosa e i sintomi ad esso collegato nelle cavie animali affetti da neuropatia periferica, secondo una dichiarazione.

Paul Fernyhough ha digirato:

“Un aspetto emozionante di questo lavoro è che questi sono nuovi usi per vecchi farmaci. Sono stati utilizzati negli esseri umani da oltre 20 anni senza gravi effetti collaterali e hanno un ottimo profilo di sicurezza. Ci aspettiamo che le prove di Fase 1 procedano senza problemi con le prove di Fase 2 organizzate e già finanziate per il 2017 “.

© Copyright Gondola Medical Technologies SA
GONDOLA è un dispositivo medico CE 0476. Leggere attentamente le avvertenze e le istruzioni d'uso.
GONDOLA è un marchio registrato di proprietà di Gondola Medical Technologies Sa. Tutti i diritti sono riservati.

Gondola progetto europeo
Digital marketing Latitude 46 Lugano